Mostra: 1 - 10 of 17 RISULTATI
Parlami in silenzio Modì

Modigliani e Max Jacob alla ricerca dell’occulto

Una delle amicizie più importanti che Modigliani ha a Parigi è quella di Max Jacob. Marx è un critico d’arte, pittore, cartomante, poeta. Di seguito alcuni suoi versi: Paris, la mer qui pense apporte ce soir au coin de ta porte Ô tavernier du quai des Brumes sa gerbe d’écume Parigi, il mare che pensa …

Parlami in silenzio Modì

Modigliani al villaggio Montmartre, tra artisti e saltimbanchi

Nel 1906 Amedeo Modigliani giunge a Montmartre. Il pittoresco quartiere di Parigi, dove oggi approdano migliaia di visitatori e turisti, in quegli anni è per molti aspetti un villaggio, in quanto non è interessato dai rinnovamenti che nello stesso periodo opera l’urbanista Haussmann. Gli edifici versano in uno stato di decadenza evidente e vecchi mulini …

Parlami in silenzio Modì

Presenze incarnate nella pietra di Modigliani

Amedeo Modigliani, tra il 1909 al 1914, si dedica quasi interamente alla scultura. Con lo scalpello in mano attacca la pietra, stabilendo un dialogo silenzioso con la scultura del suo amico Brancusi, ma anche con le maschere africane e le sculture primigenie che ammira al museo del Trocadero di Parigi. Lavora utilizzando un procedimento “a …

Parlami in silenzio Modì

Zborowski e Modigliani: la certezza del successo

Nel 1917 avviene un incontro decisivo per il percorso di affermazione di Amedeo Modigliani. Léopold Zborowski diventa il suo nuovo mercante. I due saranno presto amici e Modigliani lo chiamerà spesso col diminutivo di Zbo. Zborowski è un giovane poeta polacco, giunto a Parigi nel 1910 per studiare presso l’Ecole du Louvre. Ma presto scoppia …

Parlami in silenzio Modì

L’incontro magico tra arte, letteratura e moda

L’arte, la letteratura e la moda si incontrano. Ed è subito amore a prima vista. Immenso amore per la bellezza. Tutto questo avviene dal connubio tra il filo narrativo dei romanzi di Giovanna Strano e le idee creative di Gisella Scibona. Gisella è ideatrice di un marchio stilistico che emerge nel panorama della moda per …

Parlami in silenzio Modì

Jeanne Hébuterne: la noce di cocco di Modigliani

Amedeo Modigliani è un uomo estremamente passionale. Si innamora con entusiasmo della donna amata e, nel 1917, conosce la piccola Jeanne, studentessa all’Académie Colarossi, soprannominata noix de coco, noce di cocco, per via della carnagione chiara e dei folti capelli scuri che porta annodati in spesse trecce. È una figura avvolta da un certo mistero. …

Parlami in silenzio Modì

Una pistola puntata alla testa di Modigliani

Studiando la biografia di Amedeo Modigliani emergono una serie di episodi che definiscono in modo nitido la vita degli ambienti parigini del primo novecento, frequentati da artisti, poeti, personaggi che determineranno la storia dell’arte futura. Tra questi accadimenti ve ne sono di poco conosciuti, come quello in cui Amedeo Modigliani vede puntare contro di sè …

Parlami in silenzio Modì

Gli elementi simbolici nelle opere di Modigliani

Nel 1915 Max Jacob decide di presentare Modigliani a Paul Guillaume, giovane interessato a commerciare l’arte. Guillaume era di origini modeste e aveva cominciato da semplice impiegato in una ditta di importazione della gomma. Introdotto nel mondo artistico aprì la prima galleria in rue Miromesnil, nel quartiere delle grandi gallerie istituzionali. Guillaume apprezzò subito i …

Parlami in silenzio Modì

La felicità è un angelo dal volto severo. Modì

Paul Alexandre è il primo vero amico che Modigliani ha a Parigi. Nel 1906 i fratelli Paul e Jean Alexandre avevano ottenuto in affitto, dal municipio di Parigi, un edificio semidiroccato, denominato Delta, che riescono a trasformare in un luogo destinato agli artisti, dove vi sono incontri e scambi d’idee. Il Delta è frequentato da …

Parlami in silenzio Modì

Au Lapin Agile: i luoghi di Modigliani

Amedeo Modigliani vive a Parigi dal 1906, respirando a pieni polmoni l’aria frizzante delle avanguardie artistiche e frequentando pittori e scrittori in auge. Eppure resterà sempre fedele a se stesso e al suo sogno, creando un’arte unica che non aderisce a nessuna scuola e non avrà seguaci. Uno dei primi locali dove si incontrano gli …