23 giugno 1889.
La notte delle streghe nasce Anna Andreevna Achmatova, “poeta russa” come soleva definirsi lei.
Anna era una chiaroveggente che leggeva il pensiero altrui, avendo pure visioni premonitrici. Non a caso era nata il 23 giugno nella notte di San Giovanni, nel mondo slavo pagano “la notte di Ivan Kupala”, nella quale si risvegliavano le streghe e le rusalki dai corsi d’acqua della Russia, notte di magie e di incantesimi.

Il suo vero nome è Anna Andreevna Gorenko. Quando manifestò l’intenzione di pubblicare le sue prime poesie il padre, ingegnere navale, le suggerì di farlo con uno pseudonimo, per non compromettere l’onorato nome di famiglia. Anna non esitò.
Nel 1910 sposò Nikolaj Stepanovic Gumilëv, poeta di una certa notorietà che l’amava da tre anni e che per lei aveva perfino tentato il suicidio. Andarono in viaggio di nozze a Parigi  e fu qui che Anna conobbe Amedeo Modigliani.

L’incontro avvenne a La Rotonde, un locale alla moda di quegli anni densi di cultura e di effervescenza artistica. Aveva occhi chiari grigio-verdi, naso particolare, frangetta scura, portamento fiero, gambe lunghissime, un metro e ottanta di altezza. Era bella e ne era consapevoleAnna lasciò Parigi insieme al marito, ma il legame con Modì si consolidò a distanza, attraverso lo scambio di una fitta corrispondenza, fin quando l’anno dopo Anna tornò a Parigi da sola. I due ripresero il dialogo intenso interrotto, dedicandosi alla letteratura e all’arte. Trascorrevano lunghe ore sulle panchine del giardino di Lussemburgo, a leggere e a recitare a due voci i poeti francesi: Verlaine, Laforgue, Mallarmé, Baudelaire. Ricordavano le stesse poesie e i loro pensieri erano all’unisono.Anche Amedeo, come Anna, era un chiaroveggente, nonostante lo sapessero in pochi. Anna ha lasciato una testimonianza esplicita: 
«Ora capisco, che in me soprattutto lo aveva colpito la mia facoltà di indovinare i pensieri, di vedere i sogni altrui, e varie inezie, alle quali erano già abituati coloro che mi conoscevano da tempo. Ripeteva sempre: “On communique”. Spesso diceva: “Il n’y a que vous pour réaliser cela”».

Racconta Anna che una volta non trovò Amedeo nel suo studio e, poiché gli aveva portato un mazzo di rose in regalo, lanciò le rose una a una attraverso una finestra aperta al primo piano. Modigliani pensò che fosse riuscita a entrare nella stanza tanto le rose erano disposte armoniosamente sul pavimento.

ANNA ACHMATOVA, Non è il tuo amore che domando (1914)

Non è il tuo amore che domando.

Si trova adesso in luogo conveniente.

Stanne pur certo, lettere gelose

non scriverò alla tua fidanzata.

Però accetta dei saggi consigli:

dalle da leggere i miei versi,

dalle da custodire i miei ritratti,

sono cosí cortesi i fidanzati!

E conta piú per queste scioccherelle

assaporare a fondo una vittoria

che luminose parole d’amicizia,

e il ricordo dei primi, dolci giorni…

Ma allorché con la diletta amica

avrai vissuto spiccioli di gioia

e all’anima già sazia all’improvviso

tutto parrà un peso,

non accostarti alla mia notte trionfale.

Non ti conosco.

E in cosa potrei esserti di aiuto?

Dalla felicità io non guarisco.

La voce di questa poetessa russa per molti anni è stata soffocata da un regime repressivo che le ha fatto scontare la sua voglia di libertà intellettuale. In questo modo l’Achmatova è diventata una rappresentante di tutta l’intellettualità russa che è rimasta schiacciata dalla macchina politica di Stalin e, essendone sopravvissuta, ha potuto più di chiunque altro raccontare quello che quegli anni hanno significato per i poeti e per il popolo.

ULTIMO BRINDISI (1934)

Bevo a una casa distrutta,
alla mia vita sciagurata,
a solitudini vissute in due
e bevo anche a te:
all’inganno di labbra che tradirono,
al morto gelo dei tuoi occhi,
ad un mondo crudele e rozzo,
a un Dio che non ci ha salvato.

Informazioni sull'autore

Dirigente Scolastico e scrittrice, attualmente dirige un istituto di istruzione secondaria superiore a elevata complessità organizzativa, con indirizzi artistici, tecnici e professionali. Svolge funzioni ispettive nelle scuole statali e paritarie, è impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collabora con riviste specializzate del mondo educativo.
Per Edizioni Simone e Strige Edizioni ha pubblicato manuali di preparazione dei dirigenti scolastici e dei docenti, con largo consenso in ambito scolastico.
Per Euroedizioni ha pubblicato testi per la formazione dei dirigenti scolastici e collabora con i periodici “Dirigere la scuola” “Amministrare la scuola” “Fare l’insegnante”.
Scrive in riviste di attualità, come il mensile “Bella Magazine”, “Così” e altre testate giornalistiche, con contributi inerenti all’ambito educativo, formativo e artistico.
Appassionata di arti figurative è curatrice scientifica della Mostra “Van Gogh Multimedia Experience” nelle edizioni di Monreale, Venezia, Torino e Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020-2021.
Nell’ambito delle scrittura creativa è autrice di numerose opere letterarie di vario genere che hanno riscosso consensi e riconoscimenti. Ha pubblicato i romanzi “Vincent in Love – il lavoro dell’anima” edito da Cairo, “La Diva Simonetta – la sans par” AIEP Editore, il romanzo Fantasy “Il bianco gelsomino – non esistono amori impossibili” Delos Digital, “Parlami in silenzio Modì” AIEP Editore. Nel 2021 ha pubblicato del romanzo storico “Lo specchio delle stelle” Nuova Ipsa Editore e il romanzo “Il diavolo sulla quarta corda – Nicolò Paganini e il suo Cannone” Soncini Editore.

Ti potrebbe piacere:

16 commenti

  1. What i do not realize is if truth be told how you’re
    now not really much more smartly-liked than you might be right now.
    You’re so intelligent. You recognize therefore significantly
    relating to this topic, made me in my opinion consider it from a lot of varied angles.
    Its like men and women don’t seem to be fascinated until it’s one thing to do with Woman gaga!
    Your individual stuffs outstanding. At all times maintain it up!

  2. Greetings! This is my first visit to your blog! We are a collection of volunteers
    and starting a new initiative in a community in the same niche.
    Your blog provided us useful information to work on. You have done
    a outstanding job!

  3. Hey! I know this is kinda off topic however I’d figured
    I’d ask. Would you be interested in trading links or maybe guest writing a blog article or vice-versa?
    My blog discusses a lot of the same topics as yours and I
    feel we could greatly benefit from each other. If you might be
    interested feel free to send me an email. I look forward to hearing from you!
    Great blog by the way!

  4. Remarkable issues here. I am very glad to peer your post.

    Thank you so much and I’m having a look ahead to contact you.
    Will you kindly drop me a e-mail?

  5. We are a bunch of volunteers and opening a brand new scheme in our community.

    Your website offered us with useful info to work on. You have done
    an impressive job and our whole group shall be grateful to you.

Lascia un commento