Amedeo Modigliani è ricordato per la sua personalità seducente ed elegante, inquieta e disinvolta. Ha saputo creare uno stile unico e inconfondibile, scandito soprattutto da presenze femminili, tutte ritratte con il collo lunghissimo, stretto e affusolato.

Per Modigliani il collo è sinonimo assoluto di sensualità e seduzione. Nel tracciare quelle linee flessuose il pittore si ispira ad alcune forme dell’arte primitiva africana, alle sculture di Brancusi e ai classici del Rinascimento come Parmigianino e Botticelli.

Il suo ideale di donna ha tra i requisiti sicuramente la bellezza, ma si eleva verso orizzonti più elevati, quasi spirituali, distaccandosi dalla realtà di tutti i giorni.

Lunia Czechowska è un’amica di famiglia di Léopold Zborowski, mercante d’arte e mecenate di Modigliani, e della moglie di lui, Hanka. A lei il pittore dedica numerosi ritratti.

Zbo è originario di Cracovia e arriva a Parigi subito prima della guerra, nel giugno 1914. Utilizza la propria conoscenza nel campo della letteratura e della pittura per cercare incisioni e libri dimenticati, rivendendoli a mercanti e collezionisti. L’amica Lunia è moglie di un connazionale che si trova a Parigi in attesa di partire per la guerra.

Modigliani è attratto dalla figura slanciata di Lunia e realizza un primo disegno che le regala prontamente, quindi la invita ad andare a posare per un ritratto il giorno seguente nel suo atelier.

Lei è impressionata dalla semplicità e dall’aspetto nobile del pittore e ottiene dal marito il permesso di posare per un ritratto. Tra i due si instaura una profonda amicizia.

Quando Lunia posa per il primo ritratto è molto nervosa.

Modì non sembra prestarle molta attenzione mentre realizza l’opera, le parla in italiano e le racconta della sua patria.

Lunia e Amedeo si frequentano intensamente. Passeggiano per i giardini di Luxembourg, vanno al cinema.

Il ritratto al quale lei è particolarmente legata è quello del 1919 dove è ritratta di profilo, con il collo esageratamente stirato.

Zbo vende il ritratto per 27 franchi a un collezionista olandese.

RGB base

Brano tratto dal romanzo “Parlami in silenzio Modì”:

Mi accorgevo come, nella realizzazione delle opere recenti, tendessi sempre più ad affusolate il collo delle donne, quasi a voler imitare la consistenza scultorea che tanto mi aveva appassionato nella modellazione del marmo e della pietra.

Solo io e Luise sapevamo qual era il segreto di quella forma liscia, che appariva come levigata direttamente con la forza delle mani.

Rimasti soli, mi ero avvicinato a lei girandole intorno. La ragazza non aveva avuto alcun timore, solamente indugiava osservandomi ferma, muovendo le pupille.

Attratto dall’incarnato chiaro e delicato, avevo riposto le mani sul collo, leggermente, iniziando ad accarezzarlo in modo ripetuto, con movimenti concentrici. La morbidezza della pelle mi spinse anche ad assaporarne l’odore. Così mi avvicinai poggiando il viso.

Avvertii un brivido percorrere il corpo della ragazza, ma lentamente ripresi a massaggiarla, col segreto intento di darle piacere e di riceverne.

Informazioni sull'autore

Dirigente Scolastico, giornalista pubblicista, scrittrice, attualmente dirige un istituto di istruzione secondaria superiore a elevata complessità organizzativa, con indirizzi artistici, tecnici e professionali. Svolge funzioni ispettive nelle scuole statali e paritarie, è impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collabora con riviste specializzate del mondo educativo.
Per Edizioni Simone e Strige Edizioni ha pubblicato manuali di preparazione dei dirigenti scolastici e dei docenti, con largo consenso in ambito scolastico.
Per Euroedizioni ha pubblicato testi per la formazione dei dirigenti scolastici e collabora con i periodici “Dirigere la scuola” “Amministrare la scuola” “Fare l’insegnante”.
Scrive in riviste di attualità, come il mensile “Bella Magazine”, “Così” e altre testate giornalistiche, con contributi inerenti all’ambito educativo, formativo e artistico.
Appassionata di arti figurative è curatrice scientifica della Mostra “Van Gogh Multimedia Experience” nelle edizioni di Monreale, Venezia, Torino e Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020-2021.
Nell’ambito delle scrittura creativa è autrice di numerose opere letterarie di vario genere che hanno riscosso consensi e riconoscimenti. Ha pubblicato i romanzi “Vincent in Love – il lavoro dell’anima” edito da Cairo, “La Diva Simonetta – la sans par” AIEP Editore, il romanzo Fantasy “Il bianco gelsomino – non esistono amori impossibili” Delos Digital, “Parlami in silenzio Modì” AIEP Editore. Nel 2021 ha pubblicato del romanzo storico “Lo specchio delle stelle” Nuova Ipsa Editore, il romanzo “Il diavolo sulla quarta corda – Nicolò Paganini e il suo Cannone” Soncini Editore, il romanzo "I fantasmi di Dioniso - Mario Tommaso Gargallo e il sogno del Teatro Classico a Siracusa" Morellini Editore.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento