A prayier For Venus – Argimusco di Dario Giannobile

Continua il racconto del mio viaggio presso l’Argimusco.

Questa volta pero vorrei abbandonare l’approccio puramente scientifico e concedervi un piccolo sogno perché a volte fantasticare con la mente aggiunge un pizzico di romanticismo e mistero alle nostre avventure. Esiste una teoria riguardo l’Argimusco secondo la quale le rocce siano dei megaliti…sì lo so vi avevo detto che le pietre erano di origine naturale e che erano state modellate dagli agenti atmosferici…e così è.

La leggenda vuole però che esse siano state scolpite secondo indicazioni di Arnaldo da Villanova, alchemico alla corte di Federico terzo e Eleonora D’Angiò. Lo scopo di questo progetto era quello di ricreare in terra le costellazioni del cielo affinché le rocce potessero canalizzare l’energia delle stelle e renderla disponibile secondo i dettami della medicina astrale. Secondo questa teoria, l’orante, la donna che prega era stata scolpita a somiglianza della regina Eleonora e avrebbe rappresentato la costellazione della Vergine.

Questa teoria è stata presa come spunto dalla dottoressa Giovanna Strano nel suo libro “Lo specchio delle stelle” con il quale ci offre un piacevole spaccato romanzato della corte di Federico terzo e della Sicilia del 14° secolo. Il libro è estremamente piacevole e offre uno sguardo su Arnaldo da Villanova che si mostra come un archetipo del moderno scienziato. Alchimista alla ricerca della verità scientifica ma non in contrapposizione con la fede religiosa. Le sue ricerche alchemiche hanno la finalità di scoprire l’essenza delle cose e il rapporto tra causa ed effetto nelle manifestazioni naturali. Questo intento però non vive in contrapposizione con la fede ma ha lo scopo di esaltare la religiosità e la manifestazione del divino religioso nel mondo materiale. In questa immagine l’orante prega di fronte al pianeta Venere che si mostra poco dopo il tramonto.

The story of my trip to the Argimusco continues. This time, however, I would like to abandon the purely scientific approach and grant you a little dream because sometimes fantasizing with the mind adds a touch of romance and mystery to our adventures. There is a theory about the Argimusco according to which the rocks are megaliths … yes I know I told you that the stones were of natural origin and that they had been shaped by atmospheric agents … and so it is. Legend has it, however, that they were sculpted according to the indications of Arnaldo da Villanova, an alchemist at the court of Frederick the Third and Eleonora D’Angiò. The purpose of this project was to recreate the constellations of the sky on earth so that the rocks could channel the energy of the stars and make it available according to the dictates of astral medicine. According to this theory, the praying woman praying was sculpted in the likeness of Queen Eleonora and would have represented the constellation of the Virgin. This theory was taken as a starting point by Dr. Giovanna Strano in her book “the mirror of the stars” with which she offers us a pleasant fictional glimpse of the court of Frederick the third and of Sicily in the 14th century. The book is extremely enjoyable and offers a glimpse of Arnaldo da Villanova who shows himself as an archetype of the modern scientist. Alchemist in search of scientific truth but not in contrast with religious faith. His alchemical research aims to discover the essence of things and the relationship between cause and effect in natural manifestations. This intent, however, does not live in opposition to faith but has the purpose of exalting religiosity and the manifestation of the divine religious in the material world. In this image the praying person prays in front of the planet Venus which appears shortly after sunset.

IG & Fb : @dariogiannobile

canon 6d, sigma 105mm, f/11, iso 100, 3.2 sec, Venus brightness enhanced

ACQUISTA SENZA SPESE DI SPEDIZIONE

Informazioni sull'autore

Dirigente Scolastico e scrittrice, attualmente dirige un istituto di istruzione secondaria superiore a elevata complessità organizzativa, con indirizzi artistici, tecnici e professionali. Svolge funzioni ispettive nelle scuole statali e paritarie, è impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collabora con riviste specializzate del mondo educativo.
Per Edizioni Simone e Strige Edizioni ha pubblicato manuali di preparazione dei dirigenti scolastici e dei docenti, con largo consenso in ambito scolastico.
Per Euroedizioni ha pubblicato testi per la formazione dei dirigenti scolastici e collabora con i periodici “Dirigere la scuola” “Amministrare la scuola” “Fare l’insegnante”.
Scrive in riviste di attualità, come il mensile “Bella Magazine”, “Così” e altre testate giornalistiche, con contributi inerenti all’ambito educativo, formativo e artistico.
Appassionata di arti figurative è curatrice scientifica della Mostra “Van Gogh Multimedia Experience” nelle edizioni di Monreale, Venezia, Torino e Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020-2021.
Nell’ambito delle scrittura creativa è autrice di numerose opere letterarie di vario genere che hanno riscosso consensi e riconoscimenti. Ha pubblicato i romanzi “Vincent in Love – il lavoro dell’anima” edito da Cairo, “La Diva Simonetta – la sans par” AIEP Editore, il romanzo Fantasy “Il bianco gelsomino – non esistono amori impossibili” Delos Digital, “Parlami in silenzio Modì” AIEP Editore. Nel 2021 ha pubblicato del romanzo storico “Lo specchio delle stelle” Nuova Ipsa Editore, il romanzo “Il diavolo sulla quarta corda – Nicolò Paganini e il suo Cannone” Soncini Editore, il romanzo "I fantasmi di Dioniso - Mario Tommaso Gargallo e il sogno del Teatro Classico a Siracusa" Morellini Editore.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento