Notte stellata sul Rodano, Arles 1888

Vincent van Gogh ha un merito fondamentale: quello di avere dato vita e passione al buio, a ciò che è celato nell’oscurità della notte.

Forse perchè il suo animo irrequieto e pulsante si riflette proprio in questa oscurità apparente, fatta di un universo brulicante che prende vita al chiarore flebile degli astri.

La notte è il momento in cui l’essere ritrova se stesso, non più abbagliato dalla forza dei raggi solari. E’ il momento della riflessione, della concretezza dell’anima, ma anche della solitudine interiore.

“Ho fatto una passeggiata lungo il mare una notte, sulla spiaggia deserta. Non era allegra, ma neanche triste, era – bellissima. Il cielo, di un blu intenso, era punteggiato da nuvole di un blu più profondo del blu primario, un intenso cobalto e con altri blu più chiari, come il biancore blu della via lattea. Contro lo sfondo blu le stelle brillavano, luminose, verdastre, bianche, rosa chiaro – più luminose, più scintillanti, più simili a pietre preziose che a casa – anche a Parigi. Quindi sembra giusto parlare di opali, smeraldi, lapislazzuli, rubini, zaffiri. Il mare era un ultramarino molto profondo – la spiaggia era un colore violaceo e rossiccio pallido, mi sembrava – con cespugli”. Lettera a Theo Les-Saintes-Maries-de-la-Mer, domenica 3 o lunedì 4 giugno 1888.

Terrazza del Caffè di notte, Arles 1888
Notte stellata, Saint Remy, 1889
Paesaggio di sera con luna nascente, 1889 Otterlo

“Quella stessa notte ho guardato fuori dalla finestra della mia stanza sui tetti delle case che si vedono da lì e le cime degli olmi, scure contro il cielo notturno. Sopra quei tetti, una singola stella, ma una bella grande, amichevole. E pensavo a tutti noi, e pensavo agli anni della mia vita che erano già passati, e alla nostra casa, e le parole e con sentimento mi sono venute: ‘Tienimi lontano dall’essere un figlio che causa vergogna, dammi la tua benedizione, non perché me lo merito, ma per il bene di mia madre. Tu sei Amore, porti ogni cosa. Senza la tua costante benedizione non possiamo fare nulla” Lettera a Theo, 31 maggio 1876.

Cipressi, Saint Remy 1889

Il buio invade tutto intorno, non mi lascia dormire, mi rende inquieto, non mi dà pace. Mi alzo ansimante, con la testa che brulica di pensieri e di sibili inesistenti, e ancora non colgo il significato della mia essenza. Mi affaccio al terrazzino che si apre sul Rodano, dopo tanto peregrinare, ma penso sempre a te, ininterrottamente, dispersa chissà in quale angolo del mondo, ancora una volta abbandonata, rifiutata anche da colui che ti ha amata più di ogni altra cosa al mondo“. Dal romanzo “Vincent in Love – il lavoro dell’anima”.

Dalla mostra Van Gogh Alive di Bologna

Informazioni sull'autore

Dirigente Scolastico e scrittrice, attualmente dirige un istituto di istruzione secondaria superiore a elevata complessità organizzativa, con indirizzi artistici, tecnici e professionali. Svolge funzioni ispettive nelle scuole statali e paritarie, è impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collabora con riviste specializzate del mondo educativo.
Per Edizioni Simone e Strige Edizioni ha pubblicato manuali di preparazione dei dirigenti scolastici e dei docenti, con largo consenso in ambito scolastico.
Per Euroedizioni ha pubblicato testi per la formazione dei dirigenti scolastici e collabora con i periodici “Dirigere la scuola” “Amministrare la scuola” “Fare l’insegnante”.
Scrive in riviste di attualità, come il mensile “Bella Magazine”, “Così” e altre testate giornalistiche, con contributi inerenti all’ambito educativo, formativo e artistico.
Appassionata di arti figurative è curatrice scientifica della Mostra “Van Gogh Multimedia Experience” nelle edizioni di Monreale, Venezia, Torino e Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020-2021.
Nell’ambito delle scrittura creativa è autrice di numerose opere letterarie di vario genere che hanno riscosso consensi e riconoscimenti. Ha pubblicato i romanzi “Vincent in Love – il lavoro dell’anima” edito da Cairo, “La Diva Simonetta – la sans par” AIEP Editore, il romanzo Fantasy “Il bianco gelsomino – non esistono amori impossibili” Delos Digital, “Parlami in silenzio Modì” AIEP Editore. Nel 2021 ha pubblicato del romanzo storico “Lo specchio delle stelle” Nuova Ipsa Editore, il romanzo “Il diavolo sulla quarta corda – Nicolò Paganini e il suo Cannone” Soncini Editore, il romanzo "I fantasmi di Dioniso - Mario Tommaso Gargallo e il sogno del Teatro Classico a Siracusa" Morellini Editore.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento