Amedeo Modigliani può essere considerato uno studioso dell’animo umano. La sua indagine si concentra, sin dagli esordi, sull’essere, nel tentativo di cogliere il carattere profondo dei personaggi.

Quello che gli interessa è la vita interiore, col risultato di consegnare all’umanità opere di grande intensità, impostate in modo classico, riconducibili stilisticamente alla lezione di Cézanne, con una impaginazione solida, strutturata ed essenziale.

La sua intenzione è di rendere il modello con estrema precisione, che però dipinge febbrilmente con eccezionale rapidità.

Ma Modigliani non risente solo l’influsso di Cézanne, in quanto nelle sue opere traspaiono impulsi delle atmosfere di Lautrec e di Picasso.

Quest’ultimo collegamento è chiaramente visibile nel ritratto di Maud Abrantès del 1908, che presenta reminiscenze cromatiche e pennellate vigorose.

Modì ha ritratto quasi tutte le persone che ha incontrato durante la sua vita irrequieta, come pittori, scultori, poeti e letterati, e attraverso i suoi ritratti è diventato quasi un cronista di quell’epoca bohémienne di Montparnasse.

Attraverso i suoi dipinti si appropria delle persone che lo circondano, dando sfogo a un istinto primario di contatto e di relazione intima.

Ed ecco che anche uno schizzo, tracciato velocemente in preda all’enfasi del momento, rende perfettamente la personalità di una donna, del suo sentire di quell’attimo.

Maud Abrantès è una signora americana dell’alta borghesia, ma soprattutto una scrittrice.

Una donna dalla sensibilità particolare che affascina Modigliani proprio per la commistione tra sensualità, arte, musicalità delle parole.

«Se dipingete come guardate le donne siete un maestro.»

La nostra presentazione avvenne lì, sotto gli occhi gelosi di Gertrude Stein, che ci scrutò sfiorarci come due ragazzi a una festa, e l’intervento possessivo della sua amante Alice, che intercettava ogni sua attenzione verso altre donne, soprattutto se belle, presagendo un tradimento.

Maud Abrantès mi disse subito sì, con uno sguardo lucido di gioia mista a timore, contornata da dipinti di artisti esordienti, destinati a segnare la storia di tutti i tempi, e modelle immortalate per l’eternità. Come a breve lo sarebbe

stata lei.

Era la donna più affascinante che avessi mai conosciuta.

Scesi giù per strada insieme alla comitiva, lei salutò tutti galantemente. Ma non si rivolse a me e non mi diede la mano. Non mi aveva ancora congedato.

La seguii da solo, fino alla sua macchina, e salii con lei, diretti verso la notte di Parigi.

Tratto da Parlami in silenzio Modì, Aiep Editore.

Informazioni sull'autore

Dirigente Scolastico e scrittrice, attualmente dirige un istituto di istruzione secondaria superiore a elevata complessità organizzativa, con indirizzi artistici, tecnici e professionali. Svolge funzioni ispettive nelle scuole statali e paritarie, è impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collabora con riviste specializzate del mondo educativo.
Per Edizioni Simone e Strige Edizioni ha pubblicato manuali di preparazione dei dirigenti scolastici e dei docenti, con largo consenso in ambito scolastico.
Per Euroedizioni ha pubblicato testi per la formazione dei dirigenti scolastici e collabora con i periodici “Dirigere la scuola” “Amministrare la scuola” “Fare l’insegnante”.
Scrive in riviste di attualità, come il mensile “Bella Magazine”, “Così” e altre testate giornalistiche, con contributi inerenti all’ambito educativo, formativo e artistico.
Appassionata di arti figurative è curatrice scientifica della Mostra “Van Gogh Multimedia Experience” nelle edizioni di Monreale, Venezia, Torino e Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020.
Nell’ambito delle scrittura creativa è autrice di numerose opere letterarie di vario genere che hanno riscosso consensi e riconoscimenti. Ha pubblicato il romanzo “Vincent in Love – il lavoro dell’anima” edito da Cairo, il romanzo storico “La Diva Simonetta – la sans par” AIEP Editore, il romanzo Fantasy “Il bianco gelsomino – non esistono amori impossibili”, Delos Digital.
Ultima pubblicazione “Parlami in silenzio Modì” AIEP Editore 2020. Nel 2021 è prevista la pubblicazione del romanzo storico “Lo specchio delle stelle” Nuova Ipsa Editore.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *