Il mio ultimo romanzo “I fantasmi di Dioniso. Mario Tommaso Gargallo e il sogno del Teatro Classico a Siracusa” diventa realtà. Edito da Morellini di Milano, che ha creduto fortemente nel progetto, viene pubblicato alla vigilia del centenario della seconda rappresentazione del 1921, dopo la parentesi dolorosa della Prima Guerra Mondiale.

L’idea del romanzo nasce pochi mesi prima, confrontandomi con i docenti della scuola dove sono dirigente. In particolare i docenti del Liceo Artistico sono depositari di una memoria storica importante, dalla quale si evince la presenza fondamentale della Scuola d’Arte nel percorso che porterà alla prima rappresentazione dell’Agamennone del 1914. I docenti di allora svolgeranno un ruolo fondamentale, in quanto concretizzeranno i bozzetti di Cambellotti che, impegnato in altri lavori, dirigerà l’allestimento delle scenografie a distanza.

Il Liceo Artistico Antonello Gagini di Siracusa custodisce nell’archivio storico documenti originali e importanti dell’epoca. Decido quindi di mettermi al lavoro, facendo delle ricerche nel materiale della scuola, confrontandomi con Rossella Baldi e Nino Sicari. Ne parlo con Fabio Granata, che mi invoglia a scriverlo e poi redigerà la postfazione.

Inizio quindi a cercare nel territorio. Ed è in questa fase che instauro delle amicizie bellissime.

La famiglia Gargallo si rende disponibile a fornirmi informazioni, in particolare il marchese Tommaso Gargallo si presta a rispondere a tutte le mie domande. Quindi incontro gli esponenti della Società Siracusana di Storia Patria, dell’Associazione Culturale Amici dell’Inda, del FAI Delegazione di Siracusa nella persona di Sergio Cilea. Continuo le ricerche nelle Biblioteche Civiche della città di Siracusa dove incontro Dario Scarfì, all’Archivio di Stato incontro Giuseppe Agnello, alla Galleria Gallaro-Goracci dialogo con Marco Goracci. Mi confronto anche con Michele Romano che incontro in una delle mie sessioni di ricerche alla Biblioteca Comunale, dove molti testi sono messi a disposizione dalla direttrice Marilina Figura, consulto testi alla Biblioteca Vittorini, grazie alla gentilezza degli addetti. Il tutto in un periodo difficilissimo di Covid e chiusure. Riesco a parlare telefonicamente con Nuccio Iacono del castello di Donnafugata e con la Fondazione Eleonora Duse. Faccio delle ricerche al Museo Archeologico Paolo Orsi. Parlo del mio progetto a Giuseppe Rosano dell’Associazione Noi Albergatori.

I contatti sono stati tantissimi, e sicuramente ne dimentico altri…

Comunque il libro è realtà. Una realtà importante per la mia Siracusa.

Quando un libro è finito mi rivolgo, come di consuetudine, alla prof.ssa Angela Gallaro, chiedendole di pensare a una copertina con gli studenti della sezione grafica. Ne viene fuori un capolavoro, quello che vedete e che piacerà molto a Mauro Morellini. La fotografia è tratta dagli archivi della famiglia Gallaro Goracci, e risale alla prima rappresentazione dell’Agamennone del 1914.

In ultimo c’è una mia foto realizzata magistralmente da Luca Romano, scattata in fretta durante le riprese per il cortometraggio “Il bianco gelsomino”. Ma questa è un’altra storia…

Ecco il romanzo!

Ora tocca a voi dire se ne è valsa la pena.

Informazioni sull'autore

Dirigente Scolastico e scrittrice, attualmente dirige un istituto di istruzione secondaria superiore a elevata complessità organizzativa, con indirizzi artistici, tecnici e professionali. Svolge funzioni ispettive nelle scuole statali e paritarie, è impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collabora con riviste specializzate del mondo educativo.
Per Edizioni Simone e Strige Edizioni ha pubblicato manuali di preparazione dei dirigenti scolastici e dei docenti, con largo consenso in ambito scolastico.
Per Euroedizioni ha pubblicato testi per la formazione dei dirigenti scolastici e collabora con i periodici “Dirigere la scuola” “Amministrare la scuola” “Fare l’insegnante”.
Scrive in riviste di attualità, come il mensile “Bella Magazine”, “Così” e altre testate giornalistiche, con contributi inerenti all’ambito educativo, formativo e artistico.
Appassionata di arti figurative è curatrice scientifica della Mostra “Van Gogh Multimedia Experience” nelle edizioni di Monreale, Venezia, Torino e Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020-2021.
Nell’ambito delle scrittura creativa è autrice di numerose opere letterarie di vario genere che hanno riscosso consensi e riconoscimenti. Ha pubblicato i romanzi “Vincent in Love – il lavoro dell’anima” edito da Cairo, “La Diva Simonetta – la sans par” AIEP Editore, il romanzo Fantasy “Il bianco gelsomino – non esistono amori impossibili” Delos Digital, “Parlami in silenzio Modì” AIEP Editore. Nel 2021 ha pubblicato del romanzo storico “Lo specchio delle stelle” Nuova Ipsa Editore, il romanzo “Il diavolo sulla quarta corda – Nicolò Paganini e il suo Cannone” Soncini Editore, il romanzo "I fantasmi di Dioniso - Mario Tommaso Gargallo e il sogno del Teatro Classico a Siracusa" Morellini Editore.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento