Nato da una famiglia di ebrei sefarditi, di mentalità aperta, Amedeo non è stato mai ostacolato nella sua vocazione artistica. A Livorno, dall’età di 14 anni, segue assiduamente le prime lezioni di disegno e pittura. Si forma nell’atelier del pittore fiorentino Giovanni Fattori, capofila dei Macchiaioli. Continua la sua formazione presso l’Istituto di belle arti di Venezia ed è un visitatore insaziabile di musei e biennali.

Il suo trasferimento a Parigi gli permette di concretizzare tutte le spinte artistiche che ha sempre sentito dentro di sé, divenendo amico della cerchia dei pittori del Bateau-Lavoir a Montmartre. Si iscrive all’Accademia Colarossi della Grande Chaumière, ed è un fervido ammiratore dello scultore Brancusi, affascinato dalle arti tribali. Amedeo Modigliani trova a Parigi la propria strada e capisce che la sua vita sarebbe stata interamente dedicata all’arte.

Si concretizza così in Modigliani un uomo che non ha avuto mai paura di mostrare liberamente la sua visione dell’arte, e che non ha avuto timore di essere considerato completamente al di fuori dalle correnti del tempo.

Nei suoi dipinti troviamo l’interpretazione artistica che è più rivelatrice di un’immagine virtuale che copia naturalistica della realtà.

La creatività diventa per lui un’esigenza nell’instaurare un rapporto interpersonale, soprattutto con le donne, che diventano frutto della sua fantasia e di trasposizione attraverso l’immagine e la pittura, che sintetizza la sua capacità di rappresentare i modelli liberamente.

Modigliani cerca nella pittura una forma il più possibile vicina al modo di essere del modello, la sua personalità, i colori, le forme, il pensiero e il corpo senza nessuna separazione.

Ma la cosa più importante che troviamo nell’arte di Modigliani è l’intima essenza dell’autore, che non accetta compromessi e sprigiona liberamente se stesso nei suoi capolavori.

Informazioni sull'autore

Dirigente Scolastico e scrittrice, attualmente dirige un istituto di istruzione secondaria superiore a elevata complessità organizzativa, con indirizzi artistici, tecnici e professionali. Svolge funzioni ispettive nelle scuole statali e paritarie, è impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collabora con riviste specializzate del mondo educativo.
Per Edizioni Simone e Strige Edizioni ha pubblicato manuali di preparazione dei dirigenti scolastici e dei docenti, con largo consenso in ambito scolastico.
Per Euroedizioni ha pubblicato testi per la formazione dei dirigenti scolastici e collabora con i periodici “Dirigere la scuola” “Amministrare la scuola” “Fare l’insegnante”.
Scrive in riviste di attualità, come il mensile “Bella Magazine”, “Così” e altre testate giornalistiche, con contributi inerenti all’ambito educativo, formativo e artistico.
Appassionata di arti figurative è curatrice scientifica della Mostra “Van Gogh Multimedia Experience” nelle edizioni di Monreale, Venezia, Torino e Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020.
Nell’ambito delle scrittura creativa è autrice di numerose opere letterarie di vario genere che hanno riscosso consensi e riconoscimenti. Ha pubblicato il romanzo “Vincent in Love – il lavoro dell’anima” edito da Cairo, il romanzo storico “La Diva Simonetta – la sans par” AIEP Editore, il romanzo Fantasy “Il bianco gelsomino – non esistono amori impossibili”, Delos Digital.
Ultima pubblicazione “Parlami in silenzio Modì” AIEP Editore 2020. Nel 2021 è prevista la pubblicazione del romanzo storico “Lo specchio delle stelle” Nuova Ipsa Editore.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento