Simonetta Cattaneo e Giuliano de' Medici
     

Particolare de "La Primavera" di Sandro Botticelli, Galleria degli Uffizi.
Simonetta è identificata con la Grazia centrale, Giuliano con il dio Mercurio
 

Simonetta Cattaneo e Giuliano de' Medici si incontrano a Firenze alla corte di Lorenzo il Magnifico, si amano ardentemente, lasciandosi solo con la dipartita prematura di lei all'età di soli 23 anni.

Un aspetto singolare della loro storia è che entrambi muoiono il 26 aprile.

Simonetta muore nel 1476, probabilmente perchè affetta da tisi.

Giuliano muore esattamente due anni dopo, nel 1478, vittima della Congiura dei Pazzi.

 

 

Sonetto di Bernardo Pulci

  Molti poeti e letterati hanno scritto la storia di Simonetta e Giuliano, come Agnolo Poliziano e Bernardo Pulci
     
Venus and Mars National Gallery.jpg
Venere e Marte, 1482 circa, National Gallery Londra
Nel romanzo "La Diva Simonetta - la sans par", Aiep Editore, è raccontata questa bellissima storia d'amore

per saperne di più
 
 
Brano tratto da "La Diva Simonetta - la sans par"
«Ecco la madrina della Giostra di oggi. La Diva Simonetta: la sans par» declamò ad alta voce tra gli applausi della gente.
Simonetta era ormai conosciuta da ogni fiorentino, sia che appartenesse dagli alti ranghi sia che provenisse dal popolo.
Era amata da tutti per la sua bellezza ma anche per il carattere affabile e la gentilezza d’animo, trovandosi spesso tra la gente comune a parlare amichevolmente del più e del meno.
Il popolo sapeva che la signora si era trovata negli ospedali, nei mercati rionali, durante le funzioni religiose, a parlare direttamente con la gente più umile, ne aveva conosciuto il carattere amabile e l’alone della sua gentilezza e cortesia la circondava quando si faceva il suo nome.

Home Page